.:: Camera di commercio di Udine ::.

Home > Ambiente - MUD > Ambiente > SISTRI - Sistema tracciabilità dei rifiuti
SISTRI - Sistema tracciabilità dei rifiuti

La legge n. 125 del 30.10.2013 “Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 31 agosto 2013, n. 101, recante disposizioni urgenti per il perseguimento di obiettivi di razionalizzazione nelle pubbliche amministrazioni”, all’art. 11 dispone la semplificazione e razionalizzazione del SISTRI.

Ad illustrare i contenuti delle recenti novità è intervenuta anche la circolare 30.10.2013, n. 1 del Ministero dell’ambiente per la "semplificazione e razionalizzazione del SISTRI".

Di seguito un estratto delle novità introdotte dall’art. 11 della legge n. 125 del 30.10.2013:
1. «Sono tenuti ad aderire al sistema di controllo della tracciabilità dei rifiuti (SISTRI) di cui all'articolo 188-bis, comma 2, lettera a), del Dlgs n. 152/2006 e succ. gli enti e le imprese produttori iniziali di rifiuti speciali pericolosi e gli enti o le imprese che raccolgono o trasportano rifiuti speciali pericolosi a titolo professionale compresi i vettori esteri che operano sul territorio nazionale, o che effettuano operazioni di trattamento, recupero, smaltimento, commercio e intermediazione di rifiuti urbani e speciali pericolo si, inclusi i nuovi produttori che trattano o producono rifiuti pericolosi. Sono altresì tenuti ad aderire al SISTRI, in caso di trasporto intermodale, i soggetti ai quali sono affidati i rifiuti speciali pericolosi in attesa della presa in carico degli stessi da parte dell'impresa navale o ferroviaria o dell'impresa che effettua il successivo trasporto. Entro sessanta giorni dalla data di entrata in vigore della presente disposizione, con uno o più decreti del Ministro dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare, sentiti il Ministro dello sviluppo economico e il Ministro delle infrastrutture e dei trasporti, sono definite le modalità di applicazione a regime del SISTRI al trasporto intermodale.»
2. «Possono aderire al sistema di controllo della tracciabilità dei rifiuti (SISTRI) di cui all'articolo 188-bis, comma 2, lettera a), del Dlgs n. 152/2006 e succ. su base volontaria i produttori, i gestori e gli intermediari e i commercianti dei rifiuti diversi da quelli di cui al comma 1.»
3. «Con uno o più decreti del Ministro dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare, sentiti il Ministro dello sviluppo economico e il Ministro delle infrastrutture e dei trasporti, possono essere specificate le categorie di soggetti di cui al comma 1 e sono individuate, nell'ambito degli enti o imprese che effettuano il trattamento dei rifiuti, ulteriori categorie di soggetti a cui e' necessario estendere il sistema di tracciabilità dei rifiuti di cui all'articolo 188-bis"»
al comma 2, dopo la parola: «rifiuti», ovunque ricorre, e' inserita la seguente: «speciali» e dopo le parole: «a titolo professionale» sono inserite le seguenti: «compresi i vettori esteri che effettuano trasporti di rifiuti all'interno del territorio nazionale o trasporti transfrontalieri in partenza dal territorio» ed è aggiunto, in fine, il seguente periodo: «Con decreto del Ministro dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare, adottato entro sessanta giorni dalla data di entrata in vigore della legge di conversione del presente decreto, sentiti il Ministro dello sviluppo economico e il Ministro delle infrastrutture e dei trasporti, sono disciplinate le modalità di una fase di sperimentazione per l'applicazione del SISTRI, a decorrere dal 30 giugno 2014, agli enti o imprese che raccolgono o trasportano rifiuti urbani pericolosi a titolo professionale, compresi i vettori esteri che effettuano trasporti di rifiuti urbani pericolosi all'interno del territorio nazionale o trasporti transfrontalieri in partenza dal territorio, o che effettuano operazioni di trattamento, recupero, smaltimento, commercio e intermediazione di rifiuti urbani pericolosi, a partire dal momento in cui detti rifiuti sono conferiti in centri di raccolta o stazioni ecologiche comunali o altre aree di raggruppamento o stoccaggio»
dopo il comma 3 e' inserito il seguente:
«3-bis. Nei dieci mesi successivi alla data del 1º ottobre 2013 continuano ad applicarsi gli adempimenti e gli obblighi di cui agli articoli 188, 189, 190 e 193 del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, nel testo previgente alle modifiche apportate dal decreto legislativo 3 dicembre 2010, n. 205, nonché le relative sanzioni. Durante detto periodo, le sanzioni relative al SISTRI di cui agli articoli 260-bis e 260-ter del decreto legislativo 3 aprile 2006, n.152, e successive modificazioni, non si applicano. Con il decreto di cui al comma 4, il Ministro dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare provvede alla modifica e all'integrazione della disciplina degli adempimenti citati e delle sanzioni relativi al SISTRI, anche al fine di assicurare il coordinamento con l'articolo 188-ter del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, come modificato dal comma 1 del presente articolo»

Maggiori informazioni, manualistica e documentazione sul sito » http://www.sistri.it (link esterno) del Ministero dell’ambiente.

COSA FARE PER

Iscrizione
L'iscrizione al sistema può avvenire:

  • on-line, collegandosi al sito » http://www.sistri.it (link esterno), attivo tutti i giorni 24 ore su 24
  • oppure utilizzando l'apposito modulo scaricabile dal sito » http://www.sistri.it (link esterno) da inviare via fax al n. 800 05 08 63 (servizio attivo tutti i giorni 24 ore su 24)
  • telefonicamente a numero verde 800 00 38 36. Il call center è attivo nei giorni feriali dalle 8.30 alle 17.30 e il sabato dalle 8.30 alle 12.30

Consegna dei dispositivi
Non è necessario contattare la Camera per ottenere lo stato di avanzamento del proprio dispositivo: gli utenti che hanno fatto richiesta del dispositivo USB riceveranno una e-mail per fissare l’appuntamento per il ritiro della chiavetta. E’ comunque possibile verificare lo stato di consegna dei propri dispositivi collegandosi al sito » http://www.ecocamere.it/Sistri/ (link esterno) selezionando la voce VERIFICA STATO PRATICA.

Documentazione da presentare (e scaricabile dal sito » http://www.sistri.it/... - link esterno):

  • copia della ricevuta di pagamento del contributo di iscrizione a SISTRI;
  • delega del legale rappresentante firmata in carta semplice (disponibile su » http://www.sistri.it - link esterno);
  • dichiarazione di autocertificazione resa dal legale rappresentante ai sensi del 46/47 DPR 445/2000 riportante i dati dell’Unità locale  nel formato trasmesso  da SISTRI relativa alle sole Unità Locali di competenza della Camera di Commercio presso la quale effettuare il ritiro;
  • fotocopia del documento di identità del legale rappresentante;
  • fotocopia dei documenti di identità dei delegati indicati nell’autocertificazione;
  • attestato di versamento dei diritti di segreteria alla Cciaa (se effettuato su c/c postale). In alternativa è possibile effettuare il pagamento direttamente allo sportello;
  • dichiarazione di impegno all’uso corretto dei dispositivi USB.

Diritti di segreteria
I diritti di segreteria CCIAA per il ritiro dei moduli sono di euro 16,00 per ciascuna unità locale, euro 6,00 per ciascuna USB successiva alla prima se chiesta per la stessa unità locale. Il pagamento può essere effettuato direttamente allo sportello camerale, oppure tramite versamento su utilizzando il c/c postale 8334 intestato alla Cciaa di Udine (causale diritti di segreteria).

A CHI RIVOLGERSI

La Camera di Commercio è un centro di distribuzione dei dispositivi previsti dal SISTRI.

Per informazioni sul SISTRI fare riferimento alle informazioni riportate sul portale Sistri
Portale Sistri

» http://www.sistri.it (link esterno)
o numero verde 800 00 38 36
(servizio attivo dalle 6 alle 22 nei giorni feriali, compreso il sabato, fino alla scadenza del termine previsto per l'iscrizione).

Ultimo aggiornamento: 24 febbraio 2016
Cerca

Link relativi a: SISTRI

Esprimi il tuo voto:

Rating: 2.0/5 (71 voti)

Condividi:
Aggiungi a OkNotizie Aggiungi a del.icio.us Aggiungi a Facebook Aggiungi a Digg Aggiungi a Wikio
Aggiungi a Technorati Aggiungi a Yahoo Aggiungi a Gooogle Bookmarks Aggiungi a Stumble Upon Aggiungi a Twitter

Questo sito utilizza cookies tecnici di terze parti per l'analisi aggregata del traffico allo scopo di ottimizzarne navigazione e contenuti.
Per maggiori informazioni, consultate la privacy policy del sito.

X