.:: Camera di commercio di Udine ::.

Giocattoli

La norma comunitaria è stata recepita con il D. Lgs. 27 settembre 1991, n. 313 - Attuazione della direttiva n. 88/378/CEE, relativa al ravvicinamento delle legislazioni degli Stati membri concernenti la sicurezza dei giocattoli, a norma dell'art. 54 della legge 29 dicembre 1990, n. 428 (G.U. 5 ottobre 1991, n. 234).

Campo di applicazione 
Per giocattolo si intende qualsiasi prodotto concepito o manifestamente destinato ad essere utilizzato ai fini di gioco da minori di quattordici anni. Nell'allegato I del D. Lgs. 313/91 è riportato l'elenco dei prodotti che non sono considerarti come giocattoli:

  1. Decorazioni natalizie
  2. Modelli ridotti, costruiti su scala in dettaglio per collezionisti adulti
  3. Attrezzature destinate ad essere usate collettivamente su campi da gioco
  4. Attrezzature sportive
  5. Attrezzature nautiche da usare in acque profonde
  6. Bambole folcloristiche e decorative e altri articoli analoghi per collezionisti adulti
  7. Giocattoli "professionali" installati in luoghi pubblici (grandi magazzini, stazioni, ecc.)
  8. Puzzles di oltre 500 pezzi o senza modello, destinati agli specialisti
  9. Armi ad aria compressa
  10. Fuochi d'artificio compresi gli inneschi a percussione
  11. Fionde e lanciasassi
  12. Giuochi con freccette a punte metalliche
  13. Forni elettrici, ferri da stiro o altri prodotti funzionali alimentati con corrente nominale superiore a 24 volt
  14. Prodotti comprendenti elementi termici destinati ad essere utilizzati sotto la sorveglianza di un adulto in un ambito pedagogico
  15. Veicoli con motore a combustione
  16. Giocattoli macchine a vapore
  17. Biciclette concepite per scopi sportivi o per spostamenti sulla via pubblica
  18. Videogiochi collegabili ad apparecchio televisivo, alimentati da una tensione nominale superiore a 24 volt
  19. Succhiotti di puericultura
  20. Imitazioni fedeli di armi da fuoco reali
  21. Bigiotteria destinata ad essere portata dai bambini

I giocattoli debbono essere fabbricati a regola d'arte e possono essere immessi sul mercato solo se non compromettono la sicurezza e/o la salute degli utilizzatori, ovvero quando rispondono ai requisiti essenziali di sicurezza elencati nell'allegato II del d.lgs. 313/91 e suddivisi in:

A) Principi Generali correlati alla concezione, costruzione e composizione del giocattolo.
In particolare, il giocattolo deve essere privo di parti appuntite e taglienti, deve resistere agli urti e non provocare ferite in caso di rottura.
Le parti smontabili, se ingerite, devono avere delle dimensioni da impedire il soffocamento.
Inoltre, non deve contenere sostanze o preparati che possono diventare infiammabili, infatti i materiali con cui sono costruiti e le vernici utilizzate devono rientrare nei limiti di tolleranza biologica previsti e, nei giochi elettrici, la tensione di alimentazione non deve superare i 24 Volt.

B) Rischi Particolari

  1. Proprietà fisiche e meccaniche
    • resistenza meccanica e stabilità necessaria
    • rischi di ferite da contatto
    • incolumità fisica dovuta al movimento delle parti
    • inalazione di piccole parti (bambini con età inferiore a 36 mesi)
    • rischi di strangolamento e soffocamento
    • perdita di galleggiamento e sostegno al bambino
    • rischi di intrappolamento in giocattoli penetrabili
    • rischi di eiezione o di collisione di veicoli giocattolo con sistema frenante
    • rischi per l'incolumità fisica causati da proiettili
    • rischi di ustioni, scottature o altre ferite
  2. Infiammabilità
    • non devono bruciare se esposti direttamente ad una fiamma. Non devono prendere fuoco facilmente. Devono bruciare lentamente. Devono ritardare il processo di combustione.
    • non devono contenere sostanze o preparati che possono diventare infiammabili
    • non devono contenere elementi o sostanze che possono esplodere
    • non devono contenere sostanze o preparati che quando mischiate, scaldate o per reazione chimica possono esplodere
  3. Proprietà chimiche
    • non devono presentare rischi per l'incolumità fisica a seguito di ingestione, inalazione, contatto con la pelle, mucose ed occhi
    • limiti sulla tolleranza biologica relativa agli otto metalli
    • non devono contenere sostanze o preparati pericolosi
  4. Proprietà elettriche
    • la tensione nominale non deve essere superiore a 24 Volt
    • devono essere isolati per evitare scariche elettriche
    • le temperature massime non devono causare ustioni
  5. Igiene
    • devono essere in stato di pulizia per evitare rischi di infezione, malattia e contaminazione
  6. Radioattività
    • non devono contenere elementi o sostanze radioattive

Si presumono conformi ai requisiti essenziali di sicurezza i giocattoli fabbricati in conformità alle norme nazionali che li riguardano e che recepiscono le norme armonizzate comunitarie.
 
Adempimenti
Per l'immissione sul mercato (intesa sia come vendita che distribuzione a titolo gratuito) i giocattoli devono necessariamente riportare: 

  • La marcatura CE, apposta in modo visibile, leggibile e indelebile per tutto il periodo prevedibile di durata del giocattolo.
  • E' vietato apporre marcature che possano indurre in errore circa il significato e il simbolo grafico della marcatura CE riportato nell'allegato V del d. lgs. 313/91il nome e/o la ragione sociale e/o il marchio, nonché l'indirizzo del fabbricante o del responsabile dell'immissione sul mercato della Comunità Europea
  • le avvertenze ed indicazioni delle precauzioni d'uso, redatte in lingua italiana, e descritte nell'allegato IV del d. lgs. 313/91

Vigilanza e sanzioni
Il d. lgs. 313/91 affida alle Camere di Commercio competenti per territorio la vigilanza sugli adempimenti descritti; di tale attività le Camere di Commercio riferiranno al Ministero Attività Produttive, che in caso di segnalazione di potenziale pericolosità o la non rispondenza dei requisiti di sicurezza, ordina la conformazione dei prodotti o il loro ritiro dal mercato.

In attuazione di quanto disposto dal regolamento, funzionari addetti alle attività di vigilanza ed ispettive della Camera di Commercio potranno presentarsi presso i punti vendita per accertare che le disposizioni del d. lgs. 313/91 siano applicate.

L'art. 11 del d.lgs. 313/91 prevede che:

  • chiunque immette sul mercato giocattoli privi della marcatura CE, è punito con un'ammenda compresa tra euro 516,46 e euro 20658,27
  • l'apposizione indebita della marcatura CE è punita, salvo che il fatto costituisca più grave reato, con l'arresto fino a sei mesi e l'ammenda compresa tra euro 2582,28 e euro 15493,71
  • chiunque apponga marchi o iscrizioni che possono essere confusi con la marcatura CE, è soggetto al pagamento di una sanzione amministrativa compresa tra euro 774,68 e euro 10329,14
  • chiunque commercializza giocattoli privi del nome e/o della ragione sociale e/o del marchio, dell'indirizzo del fabbricante o del responsabile dell'immissione sul mercato della Comunità Europea, delle avvertenze e delle precauzioni d'uso redatte in lingua italiana, è soggetto al pagamento di una sanzione amministrativa compresa tra euro 2582,28 e euro 10329,14
  • chiunque nega l'accesso ai luoghi di fabbricazione o di immagazzinamento o alle informazioni che il fabbricante o il mandatario è tenuto a fornire all'Autorità richiedente, è soggetto al pagamento di una sanzione amministrativa pecuniaria compresa tra euro 2065,83 e euro 12394,96 

Principali riferimenti normativi
Direttiva comunitaria n. 88/378/CEE
D. Lgs. 27 settembre 1991, n. 313
D.M. 20 ottobre 2004 pubblicato sulla G.U. 09-11-2004, n. 263, Serie Generale

A CHI RIVOLGERSI

Ufficio Vigilanza Prodotti e Sanzioni
Via Morpurgo 4 - 33100 Udine
Tel. 0432 273204 273562 Fax 0432 509469
e-mail: regolazione.mercato@ud.camcom.it

Responsabile: Anna Vitulli

 

» ORARIO DI APERTURA AL PUBBLICO (consulta la pagina Orari)

Ultimo aggiornamento: 16 maggio 2014
Cerca

Allegati
icona allegato
icona allegato
icona allegato
icona allegato
icona allegato
Norme armonizzate
(pdf, 15,7kB )
Voci collegate
etichettatura, mercato, tutela consumatore

Esprimi il tuo voto:

Rating: 1.7/5 (16 voti)

Condividi:
Aggiungi a OkNotizie Aggiungi a del.icio.us Aggiungi a Facebook Aggiungi a Digg Aggiungi a Wikio
Aggiungi a Technorati Aggiungi a Yahoo Aggiungi a Gooogle Bookmarks Aggiungi a Stumble Upon Aggiungi a Twitter