.:: Camera di commercio di Udine ::.

Meccatronica

La L. 11/12/2012, n. 224 ha modificato l’art. 1 della L. 5 febbraio 1992 n. 122, concernente la disciplina dell’attività di autoriparazione, facendo confluire le due sezioni “meccanica motoristica” ed “elettrauto” in una nuova ed unica sezione denominata “meccatronica”.

È stata prorogata al 5 gennaio 2023 la scadenza per la regolarizzazione alla sezione meccatronica ai sensi della Legge di Bilancio di previsione dello Stato per l’anno finanziario 2018 e Bilancio pluriennale per il biennio 2018-2020 art. 1 comma 113, entrata in vigore dal 1° gennaio 2018.

Le imprese, che alla data di entrata in vigore della normativa sopra indicata, risultavano abilitate per l’attività di meccanica motoristica o di elettrauto, possono proseguire le rispettive attività per i dieci anni successivi, quindi fino al 5 gennaio 2023, con l’impegno a frequentare con esito positivo un corso professionale istituito dalla Regione, limitatamente alle discipline relative all'abilitazione professionale non posseduta.

Alla luce di quanto sopra indicato si fa presente quanto segue:

  1. le imprese che alla data di entrata in vigore della nuova normativa (05/01/2013) risultavano  già abilitate sia alle attività di meccanica e motoristica sia a quella di elettrauto, ai sensi dell'articolo1, comma 3, della legge 5 febbraio 1992, n. 122, sono abilitate di diritto allo svolgimento della nuova attività di meccatronica;
  2. le imprese che alla data di entrata in vigore della nuova normativa (05/01/2013) risultavano abilitate sia all'attività di meccanica/motoristica sia a quella di elettrauto (ai sensi dell'articolo 1, comma 3, della legge 5 febbraio 1992, n. 122) in forza di due responsabili tecnici, di cui uno abilitato alla meccanica-motoristica e l’altro a quella di elettrauto, nell’eventualità che uno dei due responsabili tecnici cessi dalla propria carica, saranno obbligate a far frequentare, con esito positivo, al responsabile tecnico superstite il corso professionale istituito dalle Regioni, limitatamente alle discipline relative all'abilitazione professionale non posseduta. In mancanza di ciò, e una volta decorsi i dieci anni successivi al 05/01/2013,  il soggetto non può essere preposto alla gestione tecnica dell'impresa. Nel caso l’impresa scelga di sostituire il responsabile tecnico cessato, il nuovo responsabile tecnico nominato dovrà essere in possesso dei requisiti richiesti per lo svolgimento dell’attività di meccatronica;
  3. le imprese che alla data di entrata in vigore della nuova normativa (05/01/2013) risultavano abilitate alle attività di meccanica e motoristica o a quella di elettrauto, ai sensi dell'articolo 1, comma 3, della legge 5 febbraio 1992, n. 122, possono proseguire le rispettive attività per i dieci anni successivi alla medesima data. Entro tale termine, le persone preposte alla gestione tecnica delle predette imprese, qualora non siano in possesso di almeno uno dei requisiti tecnico-professionali previsti per lo svolgimento delle attività di meccanico-motoristica ed elettrauto, ai sensi dalle lettere a) e c) del comma 2 dell'articolo 7 della citata legge n. 122 del 1992, devono frequentare con esito positivo il corso professionale di cui alla lettera b) del medesimo comma 2, limitatamente alle discipline relative all'abilitazione professionale non posseduta. In mancanza di ciò, decorso il medesimo termine, il soggetto non può essere preposto alla gestione tecnica dell'impresa. In alternativa, l’impresa che prima dell’entrata in vigore della L. 224/2012 risultava abilitata per una sola delle due sezioni, può regolarizzarsi anche attraverso la presentazione di documentazione, allegata alla pratica telematica, comprovante l’esercizio dell’attività per almeno tre anni prima dell’entrata in vigore della normativa attestanti prestazioni che il Ministero dello Sviluppo Economico, con circolare 3659/C del 11/03/2013, riconduce alla meccatronica (quali ad es prestazioni relative a sistemi complessi quali impianti d’iniezione elettronica, impianti ABS, impianti ESP, impianti di raffreddamento non tradizionali, climatizzatori, cambi automatici e sequenziali, centraline elettroniche). Si precisa che non saranno fatte valutazioni preventive relativamente alle fatture;
  4. le imprese che alla data di entrata in vigore della nuova normativa (05/01/2013) sono abilitate alle attività di meccanica e motoristica o a quella di elettrauto, ai sensi dell'articolo 1, comma 3, della legge 5 febbraio 1992, n. 122, con persone preposte alla gestione tecnica, anche se titolari dell'impresa, che abbiano già compiuto cinquantacinque anni alla data di entrata in vigore della nuova normativa, possono proseguire l'attività di meccanica motoristica o elettrauto fino al compimento dell'età prevista, ai sensi della disciplina vigente in materia, per il conseguimento della pensione di vecchiaia.

Alla luce di quanto sopra evidenziato, si ricorda pertanto, alle imprese di autoriparazione abilitate alle attività di meccanica motoristica o a quella di elettrauto che c’è tempo fino al 5 gennaio 2023 per regolarizzare la posizione del titolare/legale rappresentate/responsabile tecnico.

Ognuno dei soggetti sopra indicati in possesso dei requisiti per la sola meccanica motoristica o per la sola elettrauto entro tale termine dovranno aver frequentato positivamente il corso e pertanto richiedere l’abilitazione della sezione della meccatronica, in caso di mancata regolarizzazione di procederà con la cessazione d’ufficio degli stessi ed eventuale esercizio dell’attività.

Qualora entro tale periodo le imprese non abbiano provveduto a regolarizzarsi, le stesse non potranno proseguire le singole attività di meccanica motoristca o elettrauto con il conseguente avvio del procedimento di divieto di prosecuzione dell’attività.

Modalità di presentazione dell’istanza di regolarizzazione
L'istanza di regolarizzazione dovrà essere effettuata tramite la presentazione di apposita pratica telematica (I2/S5/UL) nella quale sarà comunicato l'inizio dell'attività della meccatronica con data di effetto quella della presentazione della pratica e allegando il modello denominato "regolarizzazione meccatronica".

Diritti di segreteria
- ditte individuali: 18,00 euro
- società: 30 euro

 

 

A CHI RIVOLGERSI

Albo Imprese Artigiane/Albi Tecnici
Via Morpurgo 4 - 33100 Udine
Fax 0432 509469 (specificando "Albo Imprese Artigiane")
e-mail: registro.imprese@ud.camcom.it
e-mail certificata: artigiani@ud.legalmail.camcom.it

Conservatore dirigente responsabile: Maria Lucia Pilutti

Call Center Registro Imprese di Udine numero 199 112 344
» ORARIO E COSTI DEL CALL CENTER (consulta la pagina Orari)

» ORARIO DI APERTURA AL PUBBLICO (consulta la pagina Orari)

Ultimo aggiornamento: 02 gennaio 2018
Cerca

Esprimi il tuo voto:

Rating: 1.6/5 (10 voti)

Condividi:
Aggiungi a OkNotizie Aggiungi a del.icio.us Aggiungi a Facebook Aggiungi a Digg Aggiungi a Wikio
Aggiungi a Technorati Aggiungi a Yahoo Aggiungi a Gooogle Bookmarks Aggiungi a Stumble Upon Aggiungi a Twitter

Questo sito utilizza cookies tecnici di terze parti per l'analisi aggregata del traffico allo scopo di ottimizzarne navigazione e contenuti.
Per maggiori informazioni, consultate la privacy policy del sito.

X