.:: Camera di commercio di Udine ::.

Home > Vi segnaliamo > Comunicati stampa > Sempre più proficui i rapporti Fvg-Canada: seminario sugli effetti per manifattura e servizi dell'accordo Ceta e avvio del Desk Innovazione con Cciaa, Università, Friuli Innovazione e Icco
Sempre più proficui i rapporti Fvg-Canada: seminario sugli effetti per manifattura e servizi dell'accordo Ceta e avvio del Desk Innovazione con Cciaa, Università, Friuli Innovazione e Icco

ICCO, Camera di Commercio in Ontario, ha proprio in Cciaa l'unica sede italiana dopo Milano

Una quarantina di aziende ha preso parte all’approfondimento, molte anche a incontri singoli con gli esperti

ceta_1.jpgceta_2.jpgceta_3.jpg

foto Tassotto&Max

Da giovedì 21 settembre entra in vigore, provvisoriamente finché tutti i Paesi l’avranno adottato, il Ceta, accordo tra Unione Europea - Canada, un complesso di disposizioni sul libero scambio (e molto altro, come per esempio l’accesso agli appalti pubblici e il riconoscimento delle qualifiche professionali), che avrà come primo effetto l’abbattimento della quasi totalità dei dazi doganali sulle merci.

Mercoledì 20 settembre la Camera di Commercio di Udine ha organizzato un approfondimento rivolto agli imprenditori di manifattura e dei servizi, che si è concentrato proprio sulle conseguenze e i vantaggi che l’accordo porterà nell’ambito dei due specifici settori produttivi e sulle particolarità che è necessario conoscere riguardo agli aspetti doganali. L’appuntamento è stato realizzato nell’ambito di Een-Enterprise Europe Network e in collaborazione con l’Ambasciata del Canada in Italia e dell’Ufficio di Udine di Icco (Camera di Commercio Italiana in Ontario). L’ufficio di Udine, unica sede staccata in Italia dopo Milano, è allestito proprio nella Cciaa udinese ed è già diventato un punto di riferimento per le attività economiche Friuli-Canada, in continuità con la costante e solida relazione che lega la Camera e il mondo produttivo friulano con quello canadese e in particolare, in questo caso, quello di una delle aree economicamente più avanzate del Paese nordamericano quale è la regione che fa capo a Toronto (peraltro la più “friulana” delle città al mondo al di fuori del Friuli).

A intervenire oggi sono stati una quarantina di imprenditori dei settori interessati, condotti alla conoscenza degli aspetti operativi del Ceta da Corrado Paina, Direttore Esecutivo Italian Chamber of Commerce of Ontario, da Lionella Bertazzon, Senior Investment Officer dell’Ambasciata del Canada in Italia, Fulvio Liberatore, Presidente di Easyfrontier srl e, in videoconferenza da Bruxelles, Sam Pieters, dirigente della Commissione Europea e Canada Desk. Dopo l’approfondimento, gran parte degli imprenditori ha partecipato anche a incontri individuali con gli esperti intervenuti, occasione importante di entrare nello specifico della propria attività imprenditoriale e orientarsi al meglio in vista di un ingresso sul mercato canadese o di un ampliamento dell’attività per le aziende già presenti.

L’incontro si è inserito in una serie di appuntamenti che il direttore Icco Paina avrà sul territorio: infatti sarà in visita anche all’Università di Udine e a Friuli Innovazione, partner, con la Camera di Commercio, di una collaborazione con Icco la cui prima riunione operativa si è tenuta proprio in Cciaa, con la presenza del segretario generale Maria Lucia Pilutti, del presidente di Friuli Innovazione Germano Scarpa e del delegato dell’Ateneo udinese Antonio Abramo. La collaborazione, avviata in estate, sancisce un ulteriore passo avanti nello sviluppo di nuove occasioni di crescita tra Friuli e Canada: il Desk innovazione, un punto di informazione e creazione di opportunità che si concentrerà proprio su progetti di ricerca, imprese ed economie innovative, comparti fra i più promettenti in Canada e in Ontario in particolare.  

Ultimo aggiornamento: 21 settembre 2017

Questo sito utilizza cookies tecnici di terze parti per l'analisi aggregata del traffico allo scopo di ottimizzarne navigazione e contenuti.
Per maggiori informazioni, consultate la privacy policy del sito.

X