.:: Camera di commercio di Udine ::.

Home > Contributi camerali > Costruzioni > Acquisizione/mantenimento attestazioni e certificazioni di qualificazione nel settore costruzioni - bando 2017
Acquisizione/mantenimento attestazioni e certificazioni di qualificazione nel settore costruzioni - bando 2017

In evidenza
PEC: comunicare con la PA
» vai alla pagina

Riferimenti normativi

  • Deliberazione della Giunta CCIAA di Udine n. 104 del 02/10/2017.
    BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER ACQUISIZIONE/MANTENIMENTO ATTESTAZIONI DI QUALIFICAZIONE PER GLI ESECUTORI DI LAVORI PUBBLICI E DI ACQUISIZIONE DI CERTIFICAZIONI DA PARTE DELLE PMI DEL SETTORE DELLE COSTRUZIONI DELLA PROVINCIA DI UDINE

Beneficiari
Sono ammesse ai benefici del presente bando:
le imprese, le cooperative ed i consorzi, che rientrino nella definizione di micro, piccola e media impresa secondo la normativa comunitaria che appartengano al settore delle costruzioni secondo la classificazione ATECO 2007 sezione F, con sede e/o unità locale destinataria dell’investimento nella provincia di Udine ed in possesso dei requisiti previsti dal Bando all’art. 5.

Si segnala che a decorrere dal 1° gennaio 2013 è entrato in vigore il DL 95/2012 (spending review) il quale all'art. 4 comma 6 stabilisce:

...Gli enti di diritto privato di cui agli articoli da 13 a 42 del codice civile, che forniscono servizi a favore dell'amministrazione stessa, anche a titolo gratuito, non possono ricevere contributi a carico delle finanze pubbliche...

Aree di applicazione
Provincia di Udine

Risorse finanziarie
Le risorse finanziarie disponibili per il presente bando ammontano ad Euro 1.300.000,00.

Regime d'aiuto
Le agevolazioni sono concesse in osservanza alle condizioni prescritte dal regolamento CE 1407 del 18 dicembre 2013 relativo all’applicazione degli artt. 87 e 88 del Trattato CE agli aiuti di importanza minore "de minimis" pubblicato in GUUE serie L n. 352 del 24 dicembre 2013

Iniziative ammissibili
Sono finanziabili:

  1. le iniziative concernenti l’acquisizione della qualificazione per gli esecutori di lavori pubblici e i successivi rinnovi, ai sensi dell’articolo 40 del decreto legislativo 163/2006 e s.m.i. e del decreto del Presidente della Repubblica 5 ottobre 2010, n. 207 (Regolamento di esecuzione ed attuazione del decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163, recante «Codice dei contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture in attuazione delle direttive 2004/17/CE e 2004/18/CE»);
  2. le iniziative concernenti l’acquisizione di consulenze e la relativa PRIMA certificazione, con l’esclusione degli interventi successivi di verifica periodica per:
    a) la realizzazione di sistemi aziendali di assicurazione e gestione della qualità certificabili da organismi accreditati in base a normative nazionali o comunitarie;
    b)la realizzazione di sistemi aziendali di gestione della sicurezza nei luoghi di lavoro certificabili da organismi accreditati in base a normative nazionali o comunitarie;
    c) la realizzazione di sistemi aziendali per la tutela e la salvaguardia dell’ambiente o di valutazioni ambientali certificabili da organismi accreditati in base a normative nazionali o comunitarie;
    d) la conformità dei prodotti a direttive comunitarie recepite in ambito nazionale.

Spese ammissibili
Sono ammissibili a finanziamento le seguenti spese:

  1. in relazione alle iniziative concernenti l’acquisizione della qualificazione per gli esecutori di lavori pubblici e i successivi rinnovi, le spese  sostenute  per l’ottenimento della qualificazione e per i successivi rinnovi rilasciati da una delle società organismi di attestazione (SOA) autorizzate ai sensi dell’articolo 68 del decreto del Presidente della Repubblica 207/2010 e per i successivi rinnovi sotto forma di corrispettivo pagato alla SOA per l’ottenimento dell’attestazione di qualificazione dei rinnovi
  2. in relazione alle iniziative concernenti l’acquisizione di consulenze e la relativa certificazione di cui al punto 2 , lettere a, b, c, le spese per le consulenze esterne compresi l’addestramento degli addetti, le prove di laboratorio e l’ottenimento della certificazione a cura di società notificate o accreditate ai sensi della normativa nazionale e comunitaria;
  3. in relazione all’iniziativa concernente l’acquisizione di consulenze e la relativa certificazione di cui al punto 2, lettera d), sono ammissibili le spese per le consulenze esterne, le prove di laboratorio o di tipo, finalizzate all’emissione della dichiarazione di conformità al modello che è stato oggetto dell’esame «CE» di tipo, rilasciato dall’organismo notificato o della dichiarazione di conformità ai requisiti essenziali rilasciata dal costruttore e le spese per  l’ottenimento della certificazione a cura di società notificate o accreditate ai sensi della normativa nazionale e comunitaria.

Potrà essere ammessa a finanziamento solamente una domanda di contributo per ciascuna impresa.

Sono ammissibili esclusivamente le spese sostenute - fatturate e pagate - dopo la presentazione della domanda di contributo ed entro il termine massimo previsto per la rendicontazione, inerenti iniziative avviate dopo la presentazione della domanda.

Intensità del contributo
L’agevolazione concedibile per ciascuna domanda consiste in un contributo a fondo perduto, in conto capitale sulle spese sostenute e ritenute ammissibili per gli investimenti di cui all’art. 6 del Bando nella percentuale massima del 70% .

Saranno esclusi i progetti con spesa ammissibile inferiore a euro 4.000,00.

Il contributo concedibile non potrà, in ogni caso, superare l’importo totale di:

  • euro 5.000,00 per  le iniziative concernenti l’acquisizione della qualificazione per gli esecutori di lavori pubblici e i successivi rinnovi;
  • euro 7.000,00 per ciascuna delle iniziative per l’acquisizione di consulenze concernenti la qualità, il miglioramento ambientale e delle condizioni di lavoro e la certificazione di prodotti e della relativa certificazione.

Il contributo concesso con il presente bando non è cumulabile con altri interventi agevolativi ottenuti per le stesse iniziative e le medesime spese.

Scadenza e modalità di presentazione delle domande
Le imprese interessate presentano una domanda di contributo, completa di marca da bollo, redatta su apposito modello, compilata in tutte le sue parti e comprensiva degli allegati previsti dal Bando, alla CCIAA di Udine.
La domanda dovrà essere presentata:

a partire dalle ore 09.00.00 del 24/10/2017 ed entro il 04/12/2017

e comunque prima dell'avvio dell'iniziativa.

Le domanda vengono inviate esclusivamente con la seguente modalità

  • Posta elettronica certificata (PEC), in conformità alle norme vigenti in materia inoltrata esclusivamente al seguente indirizzo: contributi@ud.legalmail.camcom.it

La domanda si considera validamente inviata se:

  • inviata da casella di posta elettronica certificata;
  • firmata in originale, successivamente scannerizzata, ed inviata tramite PEC unitamente ad un documento d’identità del legale rappresentante in corso di validità;
    oppure
  • sottoscritta con firma digitale del legale rappresentante e corredata dalla documentazione richiesta.

Non è ammessa la trasmissione di più domande di contributo con un unico invio di Posta Elettronica Certificata (PEC).

La data e ora di inoltro della domanda sono determinati dalla data e ora del messaggio trasmesso a mezzo posta elettronica certificata (PEC), con in allegato la domanda di contributo, attestate dai dati di certificazione del messaggio, che sono documentati e certificati dal gestore del sistema pec dell'ente camerale all'ente medesimo.

Procedure
I contributi sono assegnati secondo il procedimento valutativo a sportello, secondo l’ordine cronologico di presentazione delle domande fino ad esaurimento dei fondi.

Il termine per la concessione dell'incentivo è di 90 giorni - a meno delle interruzioni e sospensioni previste dal bando e dalla normativa vigente - dalla data di  presentazione delle domande con Determinazione del Segretario Generale.

Il contributo verrà erogato sulla base del rendiconto che l’impresa dovrà presentare entro 12 mesi, decorrenti dalla data di ricevimento della comunicazione del provvedimento di concessione.

L’Ufficio Contributi inoltrerà le comunicazioni ai richiedenti anche a mezzo Posta Elettronica Certificata (PEC) o al numero di fax indicati dall’impresa in domanda o successivamente comunicati all’ufficio.
 

Informazioni sul bando
Ufficio Nuova Impresa e Innovazione
Via Morpurgo 4 - 33100 Udine
Tel. 0432 273539 273560 Fax 0432 509469
e-mail: nuovaimpresa@ud.camcom.it

Responsabile: Martina Urbani

Istruttoria domande già presentate
Ufficio Contributi
Via Morpurgo 4 - 33100 Udine
Tel. 0432 273272 273829 Fax 0432 273299
e-mail: contributi@ud.camcom.it

Responsabile: Raffaella Del Bene

» ORARIO DI APERTURA AL PUBBLICO (consulta la pagina Orari)

Ultimo aggiornamento: 30 ottobre 2017
Cerca

Allegati
icona allegato
Bando
(pdf, 104,2kB )
icona allegato
Domanda
(docx, 87,2kB )
icona allegato
Nota informativa
(pdf, 32,5kB )

Esprimi il tuo voto:

Rating: 2.4/5 (7 voti)

Condividi:
Aggiungi a OkNotizie Aggiungi a del.icio.us Aggiungi a Facebook Aggiungi a Digg Aggiungi a Wikio
Aggiungi a Technorati Aggiungi a Yahoo Aggiungi a Gooogle Bookmarks Aggiungi a Stumble Upon Aggiungi a Twitter

Questo sito utilizza cookies tecnici di terze parti per l'analisi aggregata del traffico allo scopo di ottimizzarne navigazione e contenuti.
Per maggiori informazioni, consultate la privacy policy del sito.

X