.:: Camera di commercio di Udine ::.

Home > Vi segnaliamo > Comunicati stampa > Cultura e creatività, le opportunità dall'Europa
Cultura e creatività, le opportunità dall'Europa

Il Fvg tra le prime regioni in Italia per offerta culturale e incidenza delle imprese del comparto sull’economia, secondo i dati Unioncamere-Symbola
Al seminario su programmi e finanziamenti Ue per le realtà creative e culturali ha partecipato oggi un nutrito gruppo di realtà del settore della nostra regione e anche una rappresentanza dalla Croazia

cultura_creativita_1.jpgcultura_creativita_2.jpgcultura_creativita_3.jpgcultura_creativita_4.jpg

Chi visita il Friuli Venezia Giulia, ha una vasta offerta di prodotti culturali e creativi, tanto che secondo il rapporto Unioncamere-Fondazione Symbola "Io sono cultura 2017" la nostra regione è prima in Italia per incidenza della spesa attivata dal sistema produttivo creativo-culturale sul totale della spesa turistica, con il 51,6%, ed è nona per incidenza del valore aggiunto delle imprese creative e culturali (5,3%) e ottava in termini di occupazione (con il 6,5% del totale).

In Fvg ci sono circa 5.200 imprese culturali e creative, di cui 2.259 considerate imprese creative (tra architettura, comunicazione e design) e 2.691 culturali (film, video, radio-tv, produzione di videogiochi e software, musica, libri e stampa, oltre a qualche centinaio di aziende che si occupano di performing art e arti visive e una quindicina di patrimonio storico-artistico. A queste realtà e non solo, a tutte le attività si basano su valori culturali o espressioni artistiche e altre espressioni creative, siano o meno orientate al mercato, l’Europa riserva una variegata serie di programmi, progettualità e finanziamenti - in particolare "Europa creativa 2014-2020" -, riconoscendone il ruolo fondamentale nel panorama economico degli Stati membri.

Proprio alle imprese culturali e creative del Fvg si è rivolto il seminario organizzato in Sala Valduga dalla Camera di Commercio di Udine, con la sua Azienda Speciale I.Ter, partner sul territorio di Een-Enterprise Europe Network, e Confcooperative Udine-Associazione Cooperative friulane, inserito nelle iniziative realizzate in occasione dell’Anno europeo del patrimonio culturale. Il seminario, a cui ha preso parte un nutrito gruppo di realtà culturali friulane oltre a una rappresentanza di sodalizi croati, si è aperto con l’introduzione della componente di Giunta camerale Lucia Piu e di Flavio Sialino Presidente di Confcooperative Udine, ed è stato concluso dall’Assessore regionale alla cultura Gianni Torrenti.

A illustrare nel dettaglio caratteristiche e modalità di accesso ai progetti europei dedicati allo sviluppo delle iniziative del sistema produttivo culturale è stato poi l’esperto Marco Marinuzzi, che si è soffermato sul programma Europa Creativa 2014-2020. Focus particolare è stato dedicato alla linea di finanziamento dei progetti di cooperazione (piccola scala e larga scala), mettendo in evidenza l’opportunità e le modalità di partecipazione agli inviti a presentare proposte che saranno lanciati sino al termine dell’attuale programmazione. Lo sviluppo delle imprese culturali, creative e turistiche nell’ambito del Fondo Europeo di Sviluppo Regionale FESR è stato poi trattato da Simone Faillace del Servizio attività culturali della Direzione centrale cultura.

Ultimo aggiornamento: 01 febbraio 2018

Questo sito utilizza cookies tecnici di terze parti per l'analisi aggregata del traffico allo scopo di ottimizzarne navigazione e contenuti.
Per maggiori informazioni, consultate la privacy policy del sito.

X