.:: Camera di commercio di Udine ::.

Tecnologie abilitanti

 

pid_1.gif

 

Cos’è una tecnologia abilitante?
Le tecnologie abilitanti o KET (dall’inglese Key Enabling Technologies) sono ritenute fondamentali per la crescita e l’occupazione, poiché sviluppano soluzioni o miglioramenti tecnologici attraverso esperienze di ricerca capaci di rivitalizzare il sistema produttivo.
Secondo la definizione data dalla Commissione Europea le tecnologie abilitanti sono tecnologie "ad alta intensità di conoscenza e associate a elevata intensità di Ricerca &Sviluppo, a cicli di innovazione rapidi, a consistenti spese di investimento e a posti di lavoro altamente qualificati".
In quanto tali hanno rilevanza sistemica perché alimentano il valore della catena del sistema produttivo e hanno la capacità di innovare i processi, i prodotti e i servizi in tutti i settori economici dell’attività umana. Un prodotto basato su una tecnologia abilitante, inoltre, utilizza tecnologie di fabbricazione avanzate e accresce il valore commerciale e sociale di un bene o di un servizio.
Spesso il dibattito ha presentato Industria 4.0 solo nelle sue componenti più "spettacolari", quasi fantascientifiche: ma le tecnologie abilitanti possono entrare nella vita quotidiana di una piccola o media impresa, e aiutarla a trasformare i suoi processi di gestione e di produzione.

Da uno studio di Boston Consulting emerge che la quarta rivoluzione industriale si centra sull’adozione di queste tecnologie; alcune di queste sono "vecchie" conoscenze, concetti già presenti ma che non hanno mai sfondato il muro della divisione tra ricerca applicata e sistemi di produzione veri e propri; oggi, invece, grazie all’interconnessione e alla collaborazione tra sistemi, il panorama del mercato globale sta cambiando portando alla customizzazione di massa, diventando di interesse per l'intero settore manifatturiero.
Le 9 tecnologie abilitanti definite da Boston Consulting e recepite nel Piano Nazionale “Impresa 4.0” del Ministero dello Sviluppo Economico sono:

1. ADVANCED MANUFACTURING SOLUTIONS
sistemi di produzione tecnologicamente avanzati, interconnessi e modulari, pertanto molto flessibili e performanti. Tra i principali sistemi troviamo la robotica con i robot collaborativi

2. ADDITIVE MANUFACTURING:
sistemi di produzione che aumentano l’efficienza di utilizzo dei materiali, come stampanti 3D connesse a software di sviluppo digitali

3. AUGMENTED REALITY:
utilizzo di sistemi di visone a realtà aumentata a supporto dei processi produttivi

4. SIMULATION:
simulazione tra macchine intelligenti e interconnesse per aumentare la produttività e ottimizzare i processi

5. HORIZONTAL/VERTICAL INTEGRATION:
integrazione di informazioni e dati tra tutte le aree della filiera produttiva, dal fornitore al consumatore finale

6. INDUSTRIAL INTERNET E IoT:
comunicazione multidirezionale tra gli elementi della produzione, sia all’interno che all’esterno dell’azienda, attraverso l’uso di internet

7. CLOUD:
diffusione e implementazione di soluzioni di cloud computing e di gestione dei dati su sistemi aperti

8. CYBER-SECURITY E BUSINESS CONTINUITY:
nuove norme di sicurezza per proteggere i dati, sempre più esposti al rischio di compromissioni per le numerose interconnessioni interne ed esterne

9. BIG DATA AND ANALYTICS:
analisi di grandi quantità di dati per ottimizzare i processi di produzione

Vuoi saperne di più? Scarica l'allegato relativo alle tecnologie abilitanti!

Tecnologie digitali propedeutiche o complementari
Si tratta di tecnologie già diffuse in molte realtà aziendali che tuttavia rientrano nelle c.d. tecnologie abilitanti solo se utilizzate in maniera “accoppiata e funzionale” ad esse: ad esempio un sistema di e-commerce o di pagamento mobile che utilizza la gestione di dati in Cloud o sistemi di Cyber security.

In particolare si parla di:

  • Soluzioni tecnologiche digitali di filiera finalizzate all’ottimizzazione della gestione della supply chain e della gestione delle relazioni con i diversi attori (es. sistemi che abilitano soluzioni di Drop Shipping, di “azzeramento di magazzino” e di “just in time”)
  • Software, piattaforme e applicazioni digitali per la gestione e il coordinamento della logistica con elevate caratteristiche di integrazione delle attività di servizio (comunicazione intra-impresa, impresa-campo con integrazione telematica dei dispositivi on- field e dei dispositivi mobili, rilevazione telematica di prestazioni e guasti dei dispositivi on-field; incluse attività connesse a sistemi informativi e gestionali - ad es. ERP, MES, PLM, SCM, CRM, etc.- e progettazione ed utilizzo di tecnologie di tracciamento (RFID, barcode, ecc)
  • Sistemi di e-commerce
  • Sistemi di pagamento mobile e/o via Internet
  • Sistemi EDI, electronic data interchange
  • Geolocalizzazione
  • Tecnologie per l’in-store customer experience
  • System integration applicata all’automazione dei processi

 

A CHI RIVOLGERSI

Punto Impresa Digitale
Via Morpurgo 4 - 33100 Udine
Tel. 0432 273547 273503 (dal lunedì al venerdì dalle 08:30 alle 12:30)
e-mail: pid@ud.camcom.it

Responsabile: Paolo Rodolico

» ORARIO DI APERTURA AL PUBBLICO (consulta la pagina Orari)

Ultimo aggiornamento: 15 gennaio 2019

Allegati
icona allegato
Tecnologie abilitanti
(pdf, 528,8kB )
CONDIVIDI
Aggiungi a Facebook Twitter Linkedin

Questo sito utilizza cookies tecnici di terze parti per l'analisi aggregata del traffico allo scopo di ottimizzarne navigazione e contenuti.
Per maggiori informazioni, consultate la privacy policy del sito.

X