.:: Camera di commercio di Udine ::.

Home > Diritto annuale > Informazioni sul Diritto annuale > Definizione di fatturato
Definizione di fatturato

La Nota Ministeriale 2009 (consultabile alla pagina Diritto Annuale/Allegati) fa riferimento al modello IRAP 2009, ma per la determinazione del diritto annuale dovuto per l'anno 2015, va intesa con riferimento al modello IRAP 2015.

La Nota Ministeriale evidenzia che:

  1. per i soggetti che applicano l'articolo 5-bis del decreto legislativo 15 dicembre 1997, n. 446, ai fini della determinazione della base imponibile per il calcolo dell'importo dovuto per diritto annuale non rileva l'adeguamento agli studi di settore
  2. i contribuenti che compilano più sezioni dello stesso quadro o più quadri del Modello IRAP, al fine del calcolo del fatturato per la determinazione del diritto annuale dovuto devono sommare i valori esposti nelle diverse sezioni o nei diversi quadri del modello IRAP
  3. i Confidi, nel caso in cui adottino i principi contabili internazionali, sono tenuti a far riferimento alla voce 30 “Commissioni attive” del proprio conto economico (Nota MSE n. 0120930 del 17/07/2013)..

La nota sopra indicata analizza inoltre i diversi quadri/sezioni del modello IRAP segnalando i righi da sommare o altri valori da utilizzare ai fini del calcolo del fatturato:

Quadro IC - Società di capitali:

  • Sez. I - Imprese industriali e commerciali - la somma degli importi indicati al rigo IC1 (ricavi delle vendite e delle prestazioni) e al rigo IC5 (altri ricavi e proventi)
  • Sez. II - Banche ed altri soggetti finanziari – la somma degli importi indicati al rigo IC15 (interessi attivi e proventi assimilati) e al rigo IC18 (commissioni attive). Le società la cui attività consiste nell'assunzione di partecipazioni in società esercenti attività diversa da quella creditizia o finanziaria (co. 9 art. 6 D.Lgs. n. 446/1997): la somma degli importi indicati ai righi IC1, IC5 e IC15
  • Sez. III - Imprese di assicurazioni - devono fare riferimento alla somma dei premi e gli altri proventi tecnici come rappresentati alle voci I.1, I.3, II.1 e II.4 del conto economico come da Reg. ISVAP del 4 aprile 2008, n. 22
  • Sez.V - Società in regime forfetario – devono sommare i ricavi delle vendite e delle prestazioni e degli altri ricavi e proventi ordinari come rappresentati nelle scritture contabili di cui all'art. 2214 e seguenti del codice civile.

Quadro IQ - Persone fisiche:

  • Sez. I - Imprese art. 5-bis D.Lgs. n. 446/1997 - rigo IQ1, scorporando l'eventuale importo dei maggiori ricavi derivanti da adeguamento agli studi di settore
  • Sez. II - Imprese art. 5 D.Lgs. n. 446/1997 – la somma degli importi indicati al rigo IQ13 (ricavi delle vendite e delle prestazioni) e IQ17 (altri ricavi e proventi)
  • Sez. III - Imprese in regime forfetario – rigo IQ41 (reddito d'impresa determinato forfettariamente).

Quadro IP - Società di persone:

  • Sez. I - Società commerciali art. 5-bis D.Lgs. n. 446/1997 - rigo IP1 (ricavi di cui all'art. 85, co. 1 lett. a), b), f) e g) del T.U.I.R.) scorporando l'eventuale importo dei maggiori ricavi derivanti da adeguamento agli studi di settore
  • Sez. II - Società commerciali e finanziarie art. 5 e art. 6, co. 9, D.Lgs. n. 446/1997 – la somma degli importi indicati al rigo IP13 (ricavi delle vendite e delle prestazioni) e al rigo IP17 (altri ricavi e proventi). Le società la cui attività consiste nell'assunzione di partecipazioni in società esercenti attività diversa da quella creditizia o finanziaria (co. 9 art. 6 D.Lgs. n. 446/1997): la somma degli importi indicati al rigo IP13 (ricavi delle vendite e delle prestazioni), al rigo IP17 (altri ricavi e proventi) e al rigo IP18 (interessi attivi e proventi assimilati)
  • Sez. III - Società in regime forfettario – rigo IP47 (reddito d'impresa determinato forfettariamente); Sez. IV – Società esercenti attività agricola - rigo IP52 (corrispettivi).

Quadro IS - Società di comodo: questa sezione non rileva ai fini della determinazione del fatturato

Contribuenti "minimi" (art. 1 commi da 96 a 117 L. 24 dicembre 2007, n. 244) i ricavi di cui alle lettere a) e b) del comma 1 art. 85 del D.P.R. 917/1986 (TUIR).



A CHI RIVOLGERSI

Ufficio Diritto Annuale
Via Morpurgo 4 - 33100 Udine
Tel. 0432 273215 Fax 0432 509469
e-mail: dirittoannuale@ud.camcom.it

Responsabile: Daniela Govetto

» ORARIO DI APERTURA AL PUBBLICO (consulta la pagina Orari)

Ultimo aggiornamento: 16 ottobre 2017
Cerca

Voci collegate
diritto camerale

Esprimi il tuo voto:

Rating: 2.0/5 (68 voti)

Condividi:
Aggiungi a OkNotizie Aggiungi a del.icio.us Aggiungi a Facebook Aggiungi a Digg Aggiungi a Wikio
Aggiungi a Technorati Aggiungi a Yahoo Aggiungi a Gooogle Bookmarks Aggiungi a Stumble Upon Aggiungi a Twitter

Questo sito utilizza cookies tecnici di terze parti per l'analisi aggregata del traffico allo scopo di ottimizzarne navigazione e contenuti.
Per maggiori informazioni, consultate la privacy policy del sito.

X