.:: Camera di commercio di Udine ::.

Imprese di facchinaggio

Si intendono imprese di facchinaggio quelle che esercitano le attività, così come definite dal decreto ministeriale 30/06/2003 n. 221 e dal regolamento recante disposizioni di attuazione dell’articolo 17 della legge 5 marzo 2001 n. 57, anche con l’ausilio di mezzi meccanici o diversi o con attrezzature tecnologiche, comprensive delle attività preliminari e complementari alla movimentazione delle merci e dei prodotti, che vengono di seguito elencate:

  • portabagagli
  • facchini e pesatori dei mercati agro-alimentari
  • facchini degli scali ferroviari, compresa la presa e consegna dei carri
  • facchini doganali
  • facchini generici
  • accompagnatori di bestiame, ed attività preliminari e complementari
  • facchinaggio svolto nelle aree portuali da cooperative derivanti dalla trasformazione delle compagnie e gruppi portuali in base all'art.21 della legge 28 gennaio 1994, n.84 e successive modifiche ed integrazioni

le attività prese in considerazione sono esclusivamente quelle esercitate in outsourching ed esercitate conto terzi.

Non rientrano invece nelle attività di facchinaggio, se esercitate autonomamente, le seguenti attività:

  • insacco, pesatura, legatura, accatastamento e disaccatastamento, pressatura, imballaggio, gestione del ciclo logistico (magazzini ovvero ordini in arrivo e partenza), pulizia magazzini e piazzali, depositi colli e bagagli, presa e consegna, recapiti in loco, selezione e cernita con o senza incestamento, insaccamento od imballaggio di prodotti ortofrutticoli, carta da macero, piume e materiali, mattazione, scuoiatura, toelettatura e macellazione, abbattimento di piante destinate alla trasformazione in cellulosa o carta e simili, ed attività preliminari e complementari.

Ed inoltre non si applica la normativa sul facchinaggio qualora l’attività principale dell’impresa sia:

  • la spedizione, il trasloco, la logistica, il trasporto espresso;
  • pesatori pubblici (attività disciplinata dall’art. 32 del Regio Decreto 20/09/1934, n.2011).

Sono tenuti all'iscrizione al Registro Imprese/Albo Imprese Artigiane e le società anche in forma di cooperativa che esercitano le attività sopra descritte; i consorzi di cui all'art. 2612 del codice civile devono indicare uno o più imprese del consorzio, affidatarie dei servizi, dotate dei requisiti previsti dal D.I. 221/2003, come modificato dal dl 31 gennaio 2007, n. 7 convertito con modificazioni in legge 2 aprile 2007, n. 40.

Titoli autorizzativi
Ai fini del legittimo esercizio della attività di facchinaggio è necessario presentare la Segnalazione Certificata di inizio attività nella quale viene dichiarato il possesso di tutti i requisiti previsti dalla legge e da atti amministrativi a contenuto generale per lo svolgimento dell'attività di facchinaggio.
La presentazione della SCIA, completa di tutti gli allegati dovuti (dichiarazione sostitutiva del possesso dei requisiti antimafia e dichiarazione sostitutiva possesso requisiti di onorabilità, per tutti gli obbligati), deve avvenire contestualmente alla presentazione del modello previsto per il Registro Imprese (I1-I2-Ul-S5), e nel caso in cui si tratti di impresa artigiana, anche con allegato l'intercalare AA (compilato direttamente in ComUnica o Starweb).
Nota Bene: la data di inizio attività presente sul modello del Registro Imprese/Albo Imprese Artigiane deve coincidere con la data di presentazione della "SCIA", pena l’applicazione delle sanzioni per l’esercizio abusivo dell’attività.

Requisiti di onorabilità

  • assenza di pronuncia di sentenza penale definitiva di condanna, o mancata pendenza di procedimenti penali nei quali sia già stata pronunciata sentenza di condanna, per reati non colposi a pena detentiva superiore a tre anni, salvo che sia intervenuta riabilitazione
  • assenza di pronuncia di condanna a pena detentiva con sentenza passata in giudicato per ricettazione, riciclaggio, insolvenza fraudolenta, bancarotta fraudolenta, usura, sequestro di persona a scopo di estorsione, rapina, salvo che sia intervenuta riabilitazione
  • mancata comminazione di pena accessoria dell'interdizione dall'esercizio di una professione o di un'arte o dell'interdizione dagli uffici direttivi delle imprese
  • mancata applicazione di misure di sicurezza o di prevenzione ai sensi delle leggi 27 dicembre 1956 n. 1423, 31 maggio 1965 n 575, e 13 settembre 1982 n. 646 (ora ai sensi del D.Lgs. 06/09/2011, n. 159 - Codice Antimafia), e successive modificazioni, o assenza di procedimenti penali in corso per reati di stampo mafioso
  • assenza di contravvenzioni per violazioni di norme in materia di lavoro, di previdenza e di assicurazione obbligatoria contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali, non conciliabili in via amministrativa e, in particolare per le società cooperative, violazioni della legge 3 aprile 2001, n. 142

I requisiti di onorabilità devono essere posseduti da:

  • il titolare dell'impresa individuale e l'institore o il direttore che questi abbia preposto all'esercizio dell'impresa, di un ramo di essa o di una sua sede
  • tutti i soci per le società in nome collettivo, i soci accomandatari per le società in accomandita semplice o per azioni, gli amministratori per ogni altro tipo di società, ivi comprese le cooperative.

Normativa antimafia
Nei confronti di tutti i soggetti indicati dalla normativa antimafia non devono sussistere cause di decadenza, di sospensione o di divieto di cui all'art. 67 del D.Lgs. 06/09/2011, n. 159 e successive modificazioni.
Nel modello SCIA allegato di questa pagina web è riportato l’elenco dei soggetti obbligati.

Iscrizione nella fascia
Le imprese di facchinaggio sono classificate in base al volume d’affari, al netto dell’IVA, realizzato in media nell’ultimo triennio nello specifico settore di attività. Le fasce previste dal D.M. 221/03 sono le seguenti:

  • fascia inferiore a euro 2.500.000,00
  • fascia da euro 2.500.000,00 a euro 10.000.000,00
  • fascia superiore a euro 10.000.000,00

Le disposizioni sulle fasce si applicano anche alle imprese stabilite in uno stato membro della UE.

Le imprese di facchinaggio di nuova costituzione o con un periodo di attività inferiore al biennio sono inserite d’ufficio nella fascia iniziale.
Quelle attive da almeno due anni, possono accedere alle fasce di classificazione superiori alla prima, in base alla media del volume di affari di tale periodo al netto dell’IVA, presentando l’apposito modello corredato dalla documentazione prevista (elenco dei servizi eseguiti nel periodo di riferimento con l’indicazione per gli stessi dei compensi ricevuti sotto forma di dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà).
Si precisa che è facoltativo comunicare la variazione positiva in una fascia superiore sebbene ne ricorrano i presupposti.
Qualora successivamente si verifichino i presupposti per la classificazione dell’impresa in una fascia inferiore a quella di appartenenza, deve essere presentata al Registro delle Imprese o all’Albo Imprese Artigiane la relativa denuncia di variazione, utilizzando l’apposito modello corredato dalla documentazione prevista (elenco dei servizi eseguiti nel periodo di riferimento con l’indicazione per gli stessi dei compensi ricevuti sotto forma di dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà), entro 30 gg dal verificarsi della variazione.
Tale elenco non va presentato solo in caso di iscrizione nella prima fascia.

Sanzioni
L’esercizio delle attività di facchinaggio da parte di un’impresa non iscritta è punito con sanzioni amministrative stabilite dall’art. 13 del DM 221/2003.



A CHI RIVOLGERSI

Albo Imprese Artigiane
Via Morpurgo 4 - 33100 Udine
Fax 0432 509469 (specificando "Albo Imprese Artigiane")
e-mail: registro.imprese@ud.camcom.it
e-mail certificata: artigiani@ud.legalmail.camcom.it

Conservatore dirigente responsabile: Maria Lucia Pilutti

Call Center Registro Imprese di Udine numero 199 112 344
» ORARIO E COSTI DEL CALL CENTER (consulta la pagina Orari)

» ORARIO DI APERTURA AL PUBBLICO (consulta la pagina Orari)

Ultimo aggiornamento: 12 ottobre 2016
Cerca

Esprimi il tuo voto:

Rating: 2.1/5 (57 voti)

Condividi:
Aggiungi a OkNotizie Aggiungi a del.icio.us Aggiungi a Facebook Aggiungi a Digg Aggiungi a Wikio
Aggiungi a Technorati Aggiungi a Yahoo Aggiungi a Gooogle Bookmarks Aggiungi a Stumble Upon Aggiungi a Twitter